Come sanificare uno studio fotografico

Covid-19: riaprire lo studio in piena sicurezza

Dopo tanti (troppi) giorni di chiusura del nostro studio fotografico in vista dell’emergenza sanitaria, grazie alla famosa “seconda fase”, siamo finalmente tornati a fotografare.

L’emozione di riaprire lo studio, di rivedere i nostri clienti e soprattutto di poter tornare a lavorare e a dedicarci alla nostra passione, ci hanno portato ad essere davvero entusiasti di ricominciare.

Proprio per l’amore e la serietà che riserviamo al nostro lavoro, è stata doverosa la riapertura dello studio fotografico in totale sicurezza. Ancora più di prima!

Ecco allora tutte le accortezze che stiamo seguendo da quando abbiamo riaperto lo studio per garantire la massima sicurezza.

Le misure di prevenzione sanitaria da seguire nello studio fotografico:


  1. Dopo la normale pulizia dello studio, procedere con la disinfezione di tutte le superfici quali: pavimenti; piani di lavoro, attrezzatura fotografica, sedie, servizi igienici ecc..

  2. Mettere a disposizione dei clienti: gel sanificante, mascherine, guanti in lattice e copriscarpe.

  3. Mantenere la mascherina durante tutta la durata del servizio fotografico.

  4. Evitare il contatto fisico come abbracci e strette di mano.

  5. Rispettare la distanza di almeno un metro tra fotografo e cliente.

  6. Indossare sempre abiti puliti e togliere tutti gli effetti personali (orologi, bracciali, anelli) durante la sessione.

  7. Possono accedere nello studio solamente le persone propriamente coinvolte nel servizio fotografico.

  8. Limitare il numero di sessioni a una o due al giorno, per poter igienizzare bene lo studio tra una sessione e l’altra e poter aerare bene i locali.

  9. Se possibile, optate per le sessioni all'aperto!

E’ molto importante che tutti noi seguiamo queste semplici raccomandazioni, perché un bravo fotografo può eseguire un ottimo lavoro solo quando il cliente si sente davvero sicuro e a proprio agio, oggi più che mai!